Obiettivi della piattaforma

Obiettivo primario è la creazione di una banca dati, utilizzabile nel tempo, su fenomeni della lingua italiana (come LS o L2/L3) rilevanti e specifici del processo di insegnamento/apprendimento, con cinque diverse “interfacce” o componenti a cui corrispondono progetti parziali diversificati ma riconducibili ad un progetto d’insieme.

Questa “banca dati” costituisce una documentazione estesa, e unica in questa forma, di una pluralità di fenomeni della lingua italiana ripartiti nei seguenti cinque ambiti:

  1. aspetti di grammatica italiana rilevanti per l’insegnamento/apprendimento e particolarmente complicati dal punto di vista tedesco, per es. pronomi, comparativo o congiuntivo;
  2. casi di dubbio sulla norma linguistica dell’italiano (un oggetto d´analisi in genere del tutto trascurato nel percorso di studi in italianistica);
  3. Lessico: “articoli modello” di un Dizionario per apprendenti di italiano L2/LS
  4. sapere linguistico sui fraseologismi (“FraseoFrame”, [v. esempio]) dell’italiano – teoria e metodo basati sugli approcci della semantica dei frame e della grammatica delle costruzioni;
  5. sapere linguistico sulle particolarità comunicative e pragmatiche dei segnali discorsivi italiani (con considerazione delle problematiche traduttive) –teoria e metodo basati sugli approcci della grammatica delle costruzioni;

Gli studenti imparano a scoprire e apprendere l’italiano lingua straniera non solo da una fonte di informazione (per es. una grammatica o un dizionario come leo.org o pons.de), bensì a tracciare in chiave compilativa – consultando cioè tutte le opere più importanti relative al tema trattato -, un quadro d’insieme su uno spettro ampio di forme di rappresentazione metalinguistica e su differenti approcci grammaticografici e lessicografici, nonché opinioni contrastanti in merito a fenomeni specifici.
Riguardo al fenomeno considerato (per es. il congiuntivo in italiano) il lavoro compilativo aiuta, per di più, a delineare una sorta di “meta grammatica” o “grammatica della grammatica”, nonché a mettere a conoscenza degli studenti la discussione sulla norma dell’italiano e il dibattito critico della linguistica in Italia.
Questa visione d’insieme è garantita innanzitutto dall’analisi di portali di consultazione linguistica (cfr. Accademia della Crusca, Zanichelli o Treccani), di blog sulla lingua o mailinglist come italiano_L2.
Gli studenti imparano inoltre come descrivere, in modo olistico, fenomeni grammaticali e lessicali (per es. espressioni idiomatiche o “stampi fraseologici” cioè costruzioni schematiche con una struttura sintattica abbastanza fissa ma lessicalmente aperta) attraverso le metodologie della linguistica dei corpora, contribuendo con ciò a realizzare una descrizione rilevante e comprensibile, e mai documentata in questa modalità, del “funzionare” di un fenomeno – anche in senso pragmatico e discorsivo.
Imparano per di più, sulla base del lavoro compilativo e del sapere linguistico, approfondito attraverso ricerche sui corpora, ad avanzare proposte autonome centrate sul soggetto che apprende (per es. articoli di dizionari e aspetti grammaticali).

Tutti gli utenti possono trarre profitto inoltre dall´approccio olistico-descrittivo della piattaforma poiché mai prima d´ora sono stati presentati fraseologismi, segnali discorsivi e variazione normativa della lingua italiana in modo così dettagliato. Chi vuole sapere in quali situazioni e con quale motivazione e scopo i madrelingua italiani fanno uso di idiomi come arrampicarsi sugli specchi o con quali effetti comunicativi e pragmatici un segnale discorsivo come capirai viene usato in italiano, non rimarrà deluso dalla Lernerplattform Italienisch.

Top